Le 10 regole d’oro per visitare Venezia

/, SERVIZI/Le 10 regole d’oro per visitare Venezia

Le 10 regole d’oro per visitare Venezia

Venezia è una città che stupisce, ad ogni angolo si respira arte e cultura, ovunque per le calli e i canali si vive la storia di una città che è stata padrona del Mediterraneo. Una città ricca di bellezza e di splendore ma delicata che ha bisogno di attenzione e rispetto.

Per ammirare la bellezza tutti almeno una volta nella vita approdano sulle rive veneziane e non sempre si rendono conto della sua fragilità. Quindi per evitare mancanze e per vivere al meglio la città vi regaliamo le 10 regole d’oro per visitare Venezia e per approcciare con i suoi cittadini.

 

Le prime 5 regole sono solo di buon senso e di buona educazione

  1. Venezia non ha le automobili, quindi una volta arrivati a piazzale Roma o raggiungete il vostro appartamento a piedi o prendete un mezzo pubblico: il vaporetto. Quando salite in vaporetto i posti sono limitati quindi probabilmente dovrete stare in piedi, attenmaleta-inglaterrazione alle valigie, chiedete al marinaio dove potete posizionarle per non intralciare e se avete zaini in spalla, toglieteli e teneteli in mano, perché gli zaini urtano le persone dietro di voi.
  2. Se invece andate a piedi ricordate di tenere la vostra destra, le calli sono strette e per i veneziani che lavorano in città non sempre è facile farsi strada tra gruppi di turisti assiepati che occupano tutta la calle.
  3. Usate un abbigliamento consono ad una città. Pur essendo sull’acqua Venezia non è una stazione balneare, quindi evitate i costumi da bagno, i piedi nudi nell’acqua del canale e il torso nudo.
  4. Evitate di fare pic nic seduti ai piedi di monumenti, sugli scalini di un ponte, in mezzo ad una calle seduti per terra, in piazza San Marco. Non è un parco e non c’è il prato.
  5.  A Venezia purtroppo non ci sono molti cestini dell’immondizia, quindi vi conviene portare con voi qualche sacchetto in cui gettare la vostra. Evitate cortesemente di gettarli per terra o ancora peggio in canale

 

Esistono poi delle ordinanze comunali a cui tutti devono sottostare altrimenti si paga una multa, quindi se alloggiate in uno dei nostri appartamenti sappiate che:

photo_459861) I rifiuti vengono raccolti con un servizio di porta a porta e sono differenziati: lunedì. mercoledì, venerdì c’è la raccolta di vetro e plastica, martedì, giovedì, sabato si raccoglie la carta. Tutti i giorni l’indifferenziata. I sacchetti della spazzatura devono essere tenuti in casa fino all’arrivo dello spazzino oppure possono essere portati ai centri di raccolta dalle 6 e mezza alle 8 di mattina. Non possono essere messi fuori della porta prima del suo arrivo o abbandonati per la strada. Venezia è bellissima all’alba, una bella passeggiata alla mattina presto vi farà venire appetito per la colazione seduti in un campo con cappuccino e croissant!

2) Se con voi viaggia il vostro cagnolino procuratevi dei sacchettini per raccogliere lo sporco del vostro amico

3) Venezia è piena di piccioni alla ricerca di cibo, non si può dar loro da mangiare perché per quanto siano carini, in realtà portano solo sporcizia

4) I monumenti, le chiese, perfino i muri della case di Venezia sono antichi, quindi non scriveteci sopra cuoricini, non fate graffiti e non attaccate lucchetti sui ponti, anche perché vengono rimossi e gettati via.

5) Per evitare l’inquinamento atmosferico non si può accendere il riscaldamento dopo il 15 aprile, quindi se dovesse fare freddo vi daremo un bel po’ di coperte in più 🙂

 

2018-02-21T15:18:13+00:00